Il diario di Douce.

Rubriche, news e riflessioni dedicate alla pasticceria, alla cucina e ad altre cose. Tutto "a modo Douce"
blogtopright

Douce e l’avarizia: continuano i vizi all’Accademia

creato da Anni Cosy
12/04/2013 alle 16:52
Per il ciclo di incontri su I sensi dell'arte si è svolta ieri sera una serata nel segno dell'avarizia, una questione di oro, fegato e dimensioni...

Oro

Affascinante il tema dell’avarizia trattato in molti sensi (I sensi dell’arte, appunto) ieri sera al Museo dell’Accademia Ligustica.

La storica, brillantissima Elisabetta Tonizzi, ha dimostrato con il racconto della vita di Raffaele De Ferrari Duca di Galliera, che l’avarizia forse non è un vizio se conduce ad una tale generosità…

Lo storico dell’arte Maurizio Solera, ha divertito viaggiando nel tempo e nello spazio per mostrare modi e simboli di aridità, taccagneria, usura o… parsimonia nella pittura.

La cucina di Douce ha scherzato sul tema proponendo un crostino con il fegatino di pollo, formula economica del fois gras, simbolo a sua volta di cupidigia a discapito delle povere oche, un mignon alla vaniglia brillante d’oro vero sul cappellino di cioccolato, a ricordare re Mida e… ha preso in giro un po’ tutti confezionando dei mini plumcake salati di tre misure diverse. Quando già il pubblico se li gustava beato è stato spiegato che la differenza di dimensione non era un errore del laboratorio ma una piccola prova di avidità: chi si era affrettato ad aggiudicarsi i pezzi più grossi?

Molto suggestiva la conclusione musicale della serata con  Fabio Rinaudo – Cornamusista e Claudio De Angeli – Chitarrista che hanno eseguito brani liguri e scozzesi!

No slides are available.