Il diario di Douce.

Rubriche, news e riflessioni dedicate alla pasticceria, alla cucina e ad altre cose. Tutto "a modo Douce"
blogtopright

Invidia al Museo dell’Accademia

creato da Anni Cosy
04/10/2013 alle 14:31
Per il ciclo I sensi dell'arte dedicato ai vizi capitali vediamo come ha risposto Michel allo stimolo dell'invidia

Fette per il pain perdu

Giovedì 3 ottobre 2013: si parla dell’invidia al museo dell’Accademia Ligustica, all’inizio della stagione autunnale de I sensi dell’arte. E, giusto per fare invidia a tutti, se ne parla (e si ascolta, si vede, si assaggia, si tocca) da molti punti di vista (e di udito, tatto…): naturalmente  nella storia e  nella storia dell’arte, poi nel cinema, nella musica e nell’alimentazione.

Da tutti questi contributi l’invidia è uscita proprio male… pare disseminata per ogni dove, ma poco visibile, triste e silenziosa. E se è così sgradevole per chi la prova e foriera di gravi danni, pure ha suscitato opere d’arte e di ingegno!

Nel suo piccolo anche Michel ha preparato degli assaggi deliziosi, a partire dagli stimoli dell’esperta foodblogger Alessandra Gennaro:

Per rispondere al concetto di pizza più costosa del mondo, un’invenzione di un pizzaiolo salernitano che la vende tra gli 8000 e i 15000 euro, ecco le minipizze di Douce: piccole sfoglie con crema di formaggio e pomodoro e il caviale “alla genovese” di olive.

Per adeguarsi ai gusti di Carlo Magno e alla simbologia di forza e virilità che sono insite nella carne arrosto ecco il roast beef con senape e crostini alla vaniglia.

Per alludere alla grande conquista storica del pane bianco per tutti il dolce, che vi illustriamo nella galleria di foto, è il semplicissimo “pain perdu”, una preparazione da merenda della nonna che ha fatto venire l’acquolina in bocca allo stesso Michel, il quale, preparandola, ha confessato di averla alla sola vista dello zucchero sulla fetta!

No slides are available.